Recupero Dati Chiavetta USB Exagerate Non Riconosciuta

Come Recuperare i Dati da una Pen Drive Exagerate

Caso interessante di una Chiavetta USB Exagerate da 16GB non vista

Il caso di Recupero Dati è stato molto interessante, soprattutto per l’architettura della chiavetta: 4 chip NAND Flash con doppio circuito stacked.

vediamo la foto e poi parliamo del processo che ci ha permesso di recuperare tutte le directories e tutti i files, un recupero dati completo insomma.

recuperare-dati-da-pen-drive-exagerate-non-vista
Chiavetta USB Exagerate con 4 chip dissaldata per il recupero dati direttamente dai chip - clicca la foto per ingrandirla

Come si recuperano i files da una Pen Drive Exagerate con 4 chip

Anche in questo caso, la Chiavetta USB non compare in Gestione Disco di Gestione Computer di Windows, infatti inserendo la Pen Drive esce l’errore Dispositivo USB Non Riconosciuto.

L’elettronica è guasta, come fare per recuperare i dati ? Per recuperare files e cartelle, oltre a quanto già descritto in questo articolo, nel processo si introduce la complicazione dei molteplici chip.

Complicazioni del Recupero Dati da Pen Drive o Compact Flash che ha due o più chip

Quando c’è più di un chip, il processo del memory dump, avverrà più volte, una per ogni chip. Nel caso di questa pennetta, 4 volte e quindi al termine, vi saranno 4 file immagine relativi al contenuto grezzo, RAW, dei 4 chip.

recuperare-dati-da-chiavetta-exagerate-non-riconosciuta
Pen Drive Exagerate coi chip flash NAND dissaldati per il recupero dati direttamente dai chip - clicca la foto per ingrandire

La prima complicazione sarà individuare l’ordine dei chip, in quanto i chip e la loro posizione non sono numerati, nella foto i numeri scritti con l’indelebile, sono quelli dell’ordine in cui li abbiamo dissaldati.

Comunque, quello dell’ordine dei chip è solo il primo ostacolo, poi c’è l’interleave, molteplici banchi (banks), inversione di bit, XOR, traslatori e vai col liscio. A riguardo di interleave e banchi, si leggano in questo articolo il capitolo 2 e il paragrafo 3.1.

Recuperare i Dati da una Chiavetta USB, recupero manuale o recupero automatico?

Il lavoro di riassemblaggio, ricostruzione, estrazione e del recupero dati, sopratutto quando i chip sono più di uno e parecchie chiavette ne hanno almeno due, NON avviene in automatico, premendo un pulsante o avviando un programma.

L’ unica soluzione per recuperare i dati è una ricostruzione manuale, utilizzando l’editor esadecimale per ricomporre la logica con la quale i dati venivano distribuiti per la parallelizzazione (vedi paragrafo 3.1 del suddetto articolo e pagina 13 di questo datasheet di una flash memory micron) e sfruttando gli strumenti messi a disposizione dal software dell’interfaccia professionale per il recupero dati da memorie flash.

Lascia una risposta